Post

Commento al vangelo di domenica 29 novembre di don Giovanni Berti

Dal Vangelo secondo Matteo Mc 13,33-37 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare. Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati. Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!». “…vegliate, perché non sapete quando è il momento”, dice Gesù ai suoi discepoli parlando dell’ora del giudizio finale. Se molti momenti della nostra vita li possiamo prevedere perché sono fissati da altri in modo preciso o li fissiamo noi (programmi televisivi e appuntamenti segnati sulla nostra agenda…), la gran parte non li possiamo davvero prevedere, specialmente quelli più drammatici che a volte ci condizionano per la

Un pieghevole per pregare col nuovo messale

I funerali di padre Santino Bisignano, Missionario Oblato di Maria Immacolata.

Commento al vangelo di domenica 22 novembre di don Giovanni Berti

Commento al vangelo di domenica 15 novembre di don Giovanni Berti

Fine della quarantena

Raffaello, Roma e l'ideale del Rinascimento

Commento al vangelo del 1° novembre di don Giovanni Berti

Celebrazioni delle messe durante la quarantena

In quarantena

Rinvio dell'inizio del catechismo di presenza

Commento al vangelo di domenica 25 ottobre di don Giovanni Berti

Donato